La nuova auto 2.0 del futuro

No comments Antifurto auto, Consumer

Smart, innovativa e dalle mille funzionalità: ecco l’identikit dell’auto del futuro.

Le supercar, che tra qualche tempo popoleranno le nostre strade, avranno un’anima sempre più tecnologica, capace di soddisfare le crescenti necessità di un mercato in costante sviluppo e fermento.

Alimentazione elettrica e ad idrogeno, capacità di muoversi in autonomia – senza l’inserimento di una chiave o l’ausilio del guidatore – monitoraggio 24 ore su 24, grazie all’utilizzo di antifurti satellitari collegati al proprio smartphone: non ci sono limiti per l’auto del futuro.

Non a caso, le principali compagnie automobilistiche di tutto il mondo stanno investendo importanti risorse in ricerca e sviluppo, per costruire auto del futuro sempre più performanti sotto molteplici aspetti, a partire da quelli legati al tema della sicurezza.

Le supercar futuristiche, infatti, mirano a ridurre la numerosità degli incidenti, attraverso sistemi in grado di attivarsi autonomamente, anche senza l’intervento umano.

Un esempio è la funzione di Automatic Control in situazioni di emergenza: le auto del futuro, grazie a sensori di ultima generazione, saranno in grado di fermarsi da sole, in caso di imminente tamponamento o di uscita di strada.

Semplicità e controllo al servizio dei guidatori

I primi modelli di supercar che verranno immessi su strada – le previsioni del mercato europeo parlano dell’anno 2020 come periodo di lancio – saranno progettati all’insegna della facilità di utilizzo e della massima praticità di gestione.

Tra le innovazioni disponibili, non mancheranno i dispositivi di avvio senza chiave, che utilizzeranno i comandi vocali e i sistemi di riconoscimento ottico per l’accensione del veicolo, e quelli di lettura dell’impronta digitale per l’apertura e la chiusura del mezzo.

Per migliorare la quotidianità dei guidatori e garantire sempre più controllo, l’auto del futuro sarà dotata di nuovi sistemi satellitari di allarme, più efficaci e più evoluti: le supercar saranno sempre connesse a smartphone e tablet, grazie a tecnologie wireless all’avanguardia, e offriranno una comunicazione in real time per aggiornare i proprietari sullo stato del loro veicolo.

E non è tutto in fatto di sicurezza: molte case automobilistiche, infatti, stanno puntando a sviluppare soluzioni predittive, in grado di anticipare ogni tipo di evento stradale. Ad esempio, le auto del futuro che guideremo dal 2020 potranno essere dotate di Active Window Display, un sistema di navigazione in grado di visualizzare e di mostrare su un parabrezza digitale – qualche istante prima dell’occhio umano – ciò che sta accadendo attorno al veicolo.

Monitoraggio e diagnosi del mezzo: con l’auto del futuro si può

Automobilisti del futuro, dite addio alle vostre paure sul corretto funzionamento del mezzo: le supercar 2.0, infatti, sapranno monitorare autonomamente il loro stato di salute, comunicando al conducente eventuali guasti o anomalie in corso.

Una funzione simile è già presente sui moderni antifurto satellitari GPS: si tratta della telediagnosi che consente il monitoraggio costante dello stato di salute dell’auto, evitando al proprietario di rimanere in strada ad attendere il soccorso stradale, subendo disagi e spese notevoli. Come funziona? Una centralina intelligente, capace di leggere i dati di funzionamento della vettura, trasmette in tempo reale eventuali anomalie rilevate. La centrale operativa viene allertata tempestivamente e informa il proprietario con il preavviso necessario per portare l’auto dal meccanico, prevenendo così l’eventuale guasto. Si tratta di un vero e proprio meccanico di bordo che garantisce un’assistenza “proattiva”, in grado di prevenire la rottura della macchina, ridurre i costi di manutenzione e organizzare una pianificazione ottimale dei rientri in officina.

Le auto del futuro potranno verificare anche le condizioni fisiche anche di chi è a bordo. Come? Sfruttando le wearable Technologies: le cinture di sicurezza ed i sedili intelligenti saranno capaci di analizzare i dati sulle funzioni vitali del conducente e dei passeggeri e, in caso di necessità, di avvertire i soccorsi.

ARX è già proiettata verso l’auto del futuro, grazie all’implementazione di innovative soluzioni di controllo all’interno dei suoi dispositivi di sicurezza. Dall’allarme spostamento, che rileva il sollevamento o il traino del veicolo, all’allarme incidente, che segnala la collisione e localizza il mezzo, tutte le soluzioni firmate ARX sono costantemente connesse e comunicano in autonomia con le centrali operative, senza la necessità dell’intervento umano.