Servizi di sicurezza h24 e vigilanza: cosa sono e come funzionano

No comments Articoli e News

Negli ultimi anni l’Italia è stata vittima di un progressivo incremento di atti criminosi accompagnato da un crescente sentimento d’insicurezza. Rapine, furti con scasso, aggressioni minacciano oggi non
solo la protezione dell’abitazione, ma anche la sicurezza personale e familiare al suo interno. Nell’arco di 10 anni, infatti, i furti in abitazione sono più che raddoppiati con una crescita vertiginosa del +195,4% e caratterizzati da un incremento notevole del fenomeno delle rapine, con violenza o minaccia alle persone: la nostra sicurezza in casa e al lavoro è decisamente a rischio.

Da questo scenario non sono esclusi gli esercizi commerciali, gli uffici e i luoghi di lavoro in generale: a vario titolo e in varia natura, tutti soffrono di furti, rapine e taccheggi, sia da parte di piccoli criminali che, nei casi più gravi, da vere e proprie bande organizzate che si accaniscono particolarmente sulle attività commerciali prive di allarmi aziendali o servizi di sicurezza adeguati.

I bisogni e le necessità di protezione

Migliorare la propria sicurezza in casa e al lavoro risponde sostanzialmente a dei bisogni di protezione e tutela che ognuno di noi manifesta nei confronti sia della propria abitazione, che della propria famiglia. Per quanto riguarda la casa e i beni custoditi al suo interno, subentrano delle necessità di tipo razionale ed emozionale:

  • Razionale:
    • Proteggere l’immobile;
    • Assicurarsi dai danni causati da un’eventuale furto o rapina;
    • Tutelare il valore dei beni custoditi;
    • Assicurarne il valore.
  • Emozionale:
    • Sconfiggere i timori e le ansie;
    • Impedire la violazione di libertà e intimità;
    • Proteggere la famiglia e i propri cari

Al di là della protezione dei beni materiali, ad essere più significativo e pressante è senza dubbio il bisogno di tutelare la sicurezza personale e della propria famiglia. A questo punto entrano in gioco necessità legate prevalentemente alla sfera emozionale, come: il dovere di proteggere la salute dei propri cari; il timore di uno shock familiare; la paura della violazione dell’intimità; il rafforzamento della sensazione personale di sicurezza.

Perché investire in servizi di sicurezza?

servizidisicurezza_genNegli ultimi 10 anni questo settore ha registrato una crescita costante: le tipologie di servizi di sicurezza offerti sono innumerevoli, adatti ad ogni tipo di esigenza e per tutte le tasche, e nel contempo le tecnologie innovative consentono di proporre soluzioni nuove, efficaci e a prezzi più accessibili.

Per garantire una sicurezza a 360° per immobili e persone, le ultime soluzioni proposte dai player del settore tendono ad integrare sistemi di sicurezza, impianti di allarme e videosorveglianza, con un servizio di vigilanza H24 attivo sia da remoto (ricezione e gestione allarmi a distanza) che con intervento in loco tramite una pattuglie dei cosiddetti vigilantes, le guardie giurate di un istituto di vigilanza. Impianti di allarme e servizi h24 di vigilanza lavorano perfettamente insieme, non trascurando alcun aspetto legato alla sicurezza in casa o a lavoro: l’antifurto attiva la sirena, attuando una funzione di deterrenza in loco, e invia un allarme all’esterno; in questo caso il vero “angelo custode” che corre in soccorso della vittima, non lasciandola mai sola, è la guardia giurata allertata ed inviata tempestivamente presso il sito.

Le soluzioni a tutela della casa e del luogo di lavoro

Che siano rivolti alla protezione di un’abitazione o di una qualunque impresa, i servizi di sicurezza h24 offerti dai vari brand- tra cui ARX con la linea Secure h24 Home e Business– prevedono generalmente un servizio di telesorveglianza h24, tramite il quale personale specializzato gestisce a distanza i segnali d’allarme al fine di accertare l’evento, informare e assistere il cliente, promuovendo all’occorrenza l’intervento di una guarda giurata o delle forze dell’ordine. Le tipologie di segnali gestiti dalla telesorveglianza comprendono allarmi in caso intrusione o manomissione dell’impianto di sicurezza, ma anche fumo e allagamento.

Abbinata alla telesorveglianza, la televigilanza rappresenta la soluzione più efficace per accertare effrazioni,servizidisicurezza1 escludere falsi allarmi e promuovere con efficacia e tempestività attività di pronto intervento e allerta delle forze dell’ordine. Tramite la televigilanza, infatti, il controllo dell’immobile o dell’impresa viene operato “su monitor” da personale specializzato (guardie giurate) con l’ausilio di sistemi di videoverifica e videosorveglianza.

In aggiunta a queste due soluzioni, per garantire la propria sicurezza in casa e a lavoro fondamentale è dotarsi anche di un servizio di vigilanza in loco, con l’impiego di una o più guardie giurate armate, assistite dall’istituto di vigilanza, che controllano l’immobile, sia in caso di ricezione allarmi che su precise richiesto di pattugliamento in orari programmati.

Non mancano poi i servizi di telesoccorso h24, rivolti specialmente alla sicurezza di anziani e disabili: piccoli dispositivi radio portatili vengono disposti su bracciali e collane e, in caso di malore o di richiesta di assistenza generica, una volta premuto il pulsante, il segnale viene inviato alla centrale operativa che, a sua volta, si mette in contatto con i familiari o gli istituti di soccorso.

serivizi_di_sicurezzaMa cosa fare nel caso in cui la vittima della rapina è sotto minaccia e non può dare l’allarme o viene forzato a disattivarlo? I servizi di sicurezza sviluppati per tutelare l’incolumità della famiglia e del personale d’impresa prevedono anche la possibilità di inviare il segnale di allarme senza attivazione della sirena (allarme “silente”), tramite telecomandi portatili, pulsanti di emergenza fissi nascosti oppure con la digitazione sulla centralina di codici “anti coercizione”, nel caso in cui la vittima venga minacciata a disattivare l’impianto.

Al fine di avere un impianto di allarme sempre funzionante e affidabile, inoltre, ARX con la tecnologia di telediagnosi fa sì che, tramite connessione telematica, tecnici qualificati possano effettuare da remoto una diagnosi tecnica continua ed eseguire numerose attività di controllo fondamentali.