Telediagnosi per il tuo allarme: affidabilità e certezza

No comments Articoli e News, Arx Secure

Negli articoli precedenti abbiamo già affrontato ampiamente la tematica della scelta dell’impianto di allarme, evidenziando come sia fondamentale affidarsi sempre a professionisti e a soluzioni top di gamma, dotate delle ultime innovazioni in campo tecnologico e dunque in grado di garantire un livello di sicurezza più efficace.

La domanda che potremmo rivolgerci a questo punto potrebbe essere la seguente: una volta installato l’impianto di allarme, come posso essere sicuro del suo corretto funzionamento? In caso di guasto, posso risolvere la problematica in tempi brevi, senza dover necessariamente ricorrere all’intervento dei tecnici in loco? La risposta a tutti questi interrogativi è racchiusa nella telediagnosi: i principali player nel settore della sicurezza, tra cui ARX con i suoi impianti di allarme per aziende e abitazioni, hanno equipaggiato ormai i loro prodotti con questa nuova funzionalità. Ma cosa si intende esattamente quando si parla di telediagnosi? Facciamo un po’ di chiarezza a riguardo.

Cos’è la telediagnosi?

Si sa, di fronte a nuovi ritrovati tecnologici i clienti si dividono in due gruppi: ci sono gli entusiasti e gli scettici. La prima preoccupazione è sempre legata al “come mi comporto in caso di guasto? Chi può risolvere la mia problematica?”. Quando si ha che fare, poi, con la sicurezza dei propri cari e dei propri beni personali, questo dubbio si fa più forte.

sicurezza-integrata-telediagnosiNel caso degli impianti di allarme la funzione di telediagnosi mette a tacere ogni perplessità o domanda. La telediagnosi, per l’appunto, consente, assieme ad una condotta diligente da parte del cliente, di assicurare nel corso del tempo il corretto funzionamento dell’impianto e la regolare erogazione del servizio. Tramite una connessione telematica, il fornitore – in questo caso ARX- può effettuare da remoto una diagnosi tecnica del sistema, rilevando eventuali anomalie o è in grado di condurre dei test di controllo su richiesta specifica del cliente.

Cosa accade in caso di malfunzionamenti? Tramite la telediagnosi, il sistema inoltra al fornitore del servizio dei segnali d’avviso che vengono tradotti in “chiaro” e comunicati al cliente tramite operatore telefonico (o con un altro mezzo di comunicazione). Il cliente, quindi, può intervenire, anche con l’ausilio dei servizi di assistenza specifici.

Analizziamo nel dettaglio le prestazioni tecniche della telediagnosi:

  1. Le segnalazioni di anomalie dell’impianto vengono inviate (e ricevute) in caso di allarme, interruzioni di alimentazione, segnali di batteria scarica dei sensori e del sistema e mancanza di corrente elettrica. Le segnalazioni giunte per via telematica o tramite il cliente, attivano il servizio di assistenza tecnica che risolve la problematica da remoto o tramite chiarimenti telefonici con cliente, limitando così gli interventi in sede.
  2. Da remoto c’è la possibilità di collegarsi per programmare il sistema o configurare impostazioni di funzionamento in fase di installazione e durante tutta la vita dell’impianto. Un esempio? Si vuole cambiare la zona notte con la zona giorno: questa modifica non richiede necessariamente l’intervento del tecnico a casa.
  3. Tutte le segnalazioni vengono archiviate e salvate sull’hard disk perché all’occorrenza possono essere interrogate.
  4. A posteriori, dunque, possono essere consultati i dati relativi al funzionamento dell’impianto e del servizio di sicurezza h24 se attivato.

Leggi anche: Impianto di allarme wireless professionale: una garanzia per la sicurezza.

Quali sono i vantaggi in ottica cliente e azienda?

La tecnologia innovativa della telediagnosi, dunque, consente a tecnici specializzati- tramite connessione dati/gprs- un costante monitoraggio a distanza del sistema, assicurando affidabilità e assistenza continua, tempestiva e di qualità. Non è più il cliente a dover segnalare il malfunzionamento – con tutte le problematiche del caso- ma è l’azienda ad essere proattiva e a cogliere prima la necessità di intervento.

Dal canto suo, il cliente che sceglie un impianto di allarme dotato della funzionalità di telediagnosi gode di non pochi vantaggi. Oltre ad agevolare l’immediata attivazione del servizio di assistenza dei tecnici, la telediagnosi consente di effettuare da remoto tutta una serie di operazioni come: configurazioni, programmazioni, collaudi e analisi di stato. Il tutto senza disagi e costi per interventi che normalmente vengono svolti presso l’abitazione.

Il cliente, quindi, viene istruito al corretto uso del sistema e allerta la manutenzione. In lui, dunque, si rafforza il senso di tranquillità e la sensazione di essere monitorato e dunque protetto costantemente.

Per quanto concerne l’azienda, invece, i vantaggi dell’offrire un sistema di allarme dotato di telediagnosi impattano sia al momento della vendita che nella fase successiva. Nella fase di vendita al cliente viene proposto un prodotto che presenta un valore complessivo elevato, che egli stesso percepisce. Il sistema è unico nel suo genere, il che lo rende incomparabile con gli altri impianti presenti sul mercato e gli consente di acquisire un posizionamento distintivo in chiave concorrenziale. Distintività che favorisce la scelta finale del cliente.

In fase post-vendita, la telediagnosi assicura una manutenzione “attiva”, h24, tempestiva ed efficace; un’esperienza tangibile e positiva per tutto il ciclo di vita e quindi una maggiore fedeltà da parte del cliente, che è soddisfatto per l’affabilità del prodotto acquistato e per un servizio di assistenza sempre presente.

Scopri tutte le soluzioni messe in campo da ARX con la sua linea Secure, specializzata nella vendita di impianti di allarme per la tua azienda e la tua casa.